Muore a Los Angeles il regista Sydney Pollack

martedì 27 maggio 2008 08:13
 

LOS ANGELES (Reuters) - Il regista di Hollywood Sydney Pollack, che aveva vinto un paio di Oscar con l'epica storia d'amore di "La mia Africa" e raccolto grandi consensi per "Tootsie" e "Michael Clayton", è morto ieri dopo avere combattuto contro un cancro. Lo ha detto la sua portavoce. Aveva 73 anni.

Pollack è morto nella sua casa sulla costa del Pacifico in un sobborgo di Los Angeles verso le cinque del pomeriggio, circondato dai suoi familiari.

La portavoce Leslee Dart ha detto che a Pollack era stato diagnosticato un tumore 10 mesi fa, ma i medici non sono mai stati in grado di determinare l'origine della malattia.

Negli ultimi anni Pollack si era dedicato alla produzione e alla recitazione e ultimamente era ancora in tabellone a teatro con "Made of Honor".

Una volta aveva definito la sua passione per la recitazione come "una scusa per spiare gli altri registi".

Era tornato nell'orbita degli Oscar lo scorso anno, recitando una parte importante nel thriller legale "Michael Clayton", di cui è stato produttore, che vedeva protagonista George Clooney.

Il suo trionfo è giunto nel 1985 con "La mia Africa", con Meryl Streep che interpretava una proprietaria di una piantagione di caffè in Kenya e Robert Redford nel ruolo di un avventuriero americano di cui lei si innamora.

Il film aveva ottenuto 11 nomination agli Oscar e ne ha vinti sette, tra cui quelli a Pollack per la miglior regia e fotografia.

 
<p>Una immagine del 2006 del regista premio Oscar Sydney Pollack. REUTERS/Mario Anzuoni/Files</p>