Scuola,Consiglio Stato boccia Cobas,recupero debiti entro agosto

mercoledì 4 giugno 2008 13:36
 

ROMA (Reuters) - Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso dei Cobas che avevano chiesto la sospensione dell'ordinanza firmata dal precedente ministro dell'Istruzione, Giuseppe Fioroni, sul "recupero delle carenze scolastiche", confermando così che gli studenti dovranno saldare i "debiti" prima dell'inizio del prossimo anno scolastico.

Lo ha deciso oggi la prima sezione, sostenendo, che "non si ritiene allo stato sussistente, attese le ragioni addotte nel ricorso, il requisito del fumus boni juris" -- cioè che, ad una prima valutazione, la richiesta appare priva fondamento.

I Cobas avevano presentato un ricorso straordinario al Capo dello Stato, sostenendo che l'ordinanza impone soluzioni "inattuali ed illegittime" per il recupero dei debiti.

Il nuovo ministro, Mariastella Gelmini, ha confermato ieri in una nota di volere mantenere la sostanza del provvedimento del precedente governo e che, pertanto i debiti "dovranno essere recuperati entro il 31 agosto 2008".

Con la sentenza odierna non ci dovrebbero essere più ostacoli a tale scelta.

Il sistema dei debiti formativi -- ridisegnato da Fioroni lo scorso anno -- prevede che alla fine del secondo quadrimestre chi abbia ancora debiti debba partecipare a corsi di recupero estivi, tra giugno ed agosto, organizzati dalla scuola. I genitori che non intendano avvelersene lo devono comunicare alla scuola stessa. Prima dell'inizio del nuovo anno scolastico lo studente è tenuto a sostenere una verifica dell'avvenuto recupero. Nel caso non si presenti o non superi la verifica, ripeterà l'anno.

 
<p>Due studentesse sui libri. REUTERS</p>