August 14, 2008 / 8:27 AM / 9 years ago

Olimpiadi, medaglia d'oro per Cainero e Minguzzi

3 IN. DI LETTURA

<p>Chiara Cainero con la sua medaglia d'oro.Desmond Boylan (CHINA)</p>

PECHINO (Reuters) - Due medaglie d'oro per l'Italia -- ora a quota sei -- oggi alle Olimpiadi di Pechino: nella lotta greco-romana il gradino più alto del podio è stato conquistato da Andrea Minguzzi nella categoria 84 chili, mentre l'azzurra Chiara Cainero ha vinto nel tiro a volo specialità skeet.

Minguzzi ha battuto l'ungherese Zoltan Fodor per 4-1. L'ultimo oro italiano nella greco-romana risaliva al 1988, a Seoul.

"Sono venuto a Pechino per una medaglia, ma non mi aspettavo l'oro", ha commentato il lottatore azzurro, raggiante.

Nel tiro a volo, Cainero ha vinto sotto una pioggia battente al termine di uno spareggio a tre, nel quale la statunitense Kimberly Rhode ha preso l'argento e la tedesca Christine Brinker il bronzo.

"Sono contenta, ancora non mi sembra vero", ha detto Cainero davanti alle telecamere, aggiungendo che "non è stata una gara facile".

"Spero che (la mia vittoria) possa essere d'incentivo anche alle mie colleghe di nazionale", ha detto ancora Cainero.

Qualche momento di tensione durante la cerimonia di consegna delle medaglie a Minguzzi e agli altri vincitori della lotta greco-romana, quando lo svedese Ara Abrahamian si è tolto il bronzo dal collo e ha lasciato il podio per protesta contro la decisione dei giudici di gara a favore di Minguzzi nella semifinale.

"Non mi interessa questa medaglia. Volevo l'oro", ha detto il lottatore, 33 anni, argento ad Atene 2004, che ha anche annunciato di voler lasciare lo sport: "Questa è la mia ultima gara. Volevo conquistare l'oro, quindi considero queste Olimpiadi un fallimento".

L'allenatore della nazionale svedese ha definito "politica" la decisione dei giudici.

Secondo Minguzzi, il gesto di Abrahamian è stato "antisportivo".

Sempre nella greco-romana, ma nella categoria 96 chili, l'azzurro Daigoro Timoncini non ce l'ha fatta ed è stato battuto dal russo Aslanbel Khushtov.

Nella pallavolo, la squadra maschile ha battuto il Venezuela per 3-0 in un incontro valido per il gruppo A del torneo olimpico. L'Italia del volley è prima nel suo gruppo e la qualificazione è al sicuro.

Positiva, ma senza medaglia, la performance delle azzurre nel nuoto: nella finale della staffetta 4x200, Alessia Filippi, Flavia Zoccari, Federica Pellegrini e Renata Spagnolo hanno stabilito il record europeo in 7' 49" 76 ma si sono piazzate solo al quarto posto.

Alessia Filippi si è comunque qualificata per la finale degli 800 stile libero, ottenendo il quarto miglior tempo in batteria.

Delusione invece nella rana, con gli azzurri Loris Facci e Paolo Bossini rispettivamente settimo e ottavo nella finale dei 200 metri rana, vinta dal giapponese Kosuke Katajima.

E' fuori anche un altro nuotatore azzurro: Alessio Boggiatto non ce l'ha fatta a qualificarsi per la finale olimpica dei 200 metri misti.

Nel tiro a segno, Valentina Turisini non si è qualificata per la finale della carabina 50 metri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below