Olimpiadi, medaglia d'oro per Cainero e Minguzzi

giovedì 14 agosto 2008 15:58
 

PECHINO (Reuters) - Due medaglie d'oro per l'Italia -- ora a quota sei -- oggi alle Olimpiadi di Pechino: nella lotta greco-romana il gradino più alto del podio è stato conquistato da Andrea Minguzzi nella categoria 84 chili, mentre l'azzurra Chiara Cainero ha vinto nel tiro a volo specialità skeet.

Minguzzi ha battuto l'ungherese Zoltan Fodor per 4-1. L'ultimo oro italiano nella greco-romana risaliva al 1988, a Seoul.

"Sono venuto a Pechino per una medaglia, ma non mi aspettavo l'oro", ha commentato il lottatore azzurro, raggiante.

Nel tiro a volo, Cainero ha vinto sotto una pioggia battente al termine di uno spareggio a tre, nel quale la statunitense Kimberly Rhode ha preso l'argento e la tedesca Christine Brinker il bronzo.

"Sono contenta, ancora non mi sembra vero", ha detto Cainero davanti alle telecamere, aggiungendo che "non è stata una gara facile".

"Spero che (la mia vittoria) possa essere d'incentivo anche alle mie colleghe di nazionale", ha detto ancora Cainero.

Qualche momento di tensione durante la cerimonia di consegna delle medaglie a Minguzzi e agli altri vincitori della lotta greco-romana, quando lo svedese Ara Abrahamian si è tolto il bronzo dal collo e ha lasciato il podio per protesta contro la decisione dei giudici di gara a favore di Minguzzi nella semifinale.

"Non mi interessa questa medaglia. Volevo l'oro", ha detto il lottatore, 33 anni, argento ad Atene 2004, che ha anche annunciato di voler lasciare lo sport: "Questa è la mia ultima gara. Volevo conquistare l'oro, quindi considero queste Olimpiadi un fallimento".

L'allenatore della nazionale svedese ha definito "politica" la decisione dei giudici.   Continua...

 
<p>Chiara Cainero con la sua medaglia d'oro. REUTERS/Desmond Boylan (CHINA)</p>