Olimpiadi, corteo filo-cinese accoglie torcia in Australia

giovedì 24 aprile 2008 08:23
 

Di Rob Taylor e James Grubel

CANBERRA (Reuters) - Il percorso della fiamma olimpica in Australia è stato accompagnato oggi dalla più grande manifestazione a favore di Pechino da quando la torcia è partita per il giro del mondo. Oltre 10.000 cinesi australiani si sono dati appuntamento a Camberra, sventolando un mare di bandiere rosse che ha oscurato la protesta per il Tibet.

Le dimostrazioni contro la Cina nelle precedenti tappe della torcia olimpica hanno provocato una ondata di patriottismo tra i cinesi a casa e all'estero e stamani migliaia di immigrati cantavano "Una sola Cina" alla partenza e all'arrivo del percorso della fiaccola nella capitale australiana.

"E' oggi per noi un giorno magnifico per mostrare che in Australia ci può essere una corsa pacifica", ha detto Wellington Lee dell'Associazione cinese vittoriana.

A differenza di Londra, Parigi o San Francisco, dove i tedofori erano assediati dai dimostranti, a Camberra la massiccia presenza della polizia, i blocchi stradali e la larghezza dei viali hanno assicurato che la cerimonia si svolgesse senza intoppi.

La polizia ha arrestato sette persone dopo che un tafferuglio era scoppiato tra dimostranti tibetani e australiani cinesi, ma pochi tibetani hanno cercato di bloccare la fiaccola.

Mentre la torcia passava per le strade di Camberra, la polizia ha allontanato dai tedofori due funzionari cinesi. Le autorità australiane avevano detto che solo la polizia locale si sarebbe occupata della sicurezza.

 
<p>Manifestanti pro-Cina accolgono l'arrivo della fiaccola olimpica a Canberra. REUTERS/Stefan Postles (AUSTRALIA)</p>