Decollano tariffe aeree più trasparenti grazie a direttiva Ue

mercoledì 9 luglio 2008 17:09
 

STRASBURGO (Reuters) - Le compagnie aeree non potranno più pubblicizzare a 1 euro biglietti che in realtà costano di più grazie al regolamento approvato oggi dall'Unione Europea, che rafforza la trasparenza delle tariffe.

La direttiva è destinata in particolare ai siti web di linee come easyJet e Ryanair, e prescrive che le tariffe aeree pubblicate siano comprensive di tutte le tasse, i diritti e i supplementi del caso, come ad esempio quelli connessi alla sicurezza o al carburante.

Non solo: servizi opzionali come l'assicurazione di viaggio dovranno essere espressamente richiesti dal viaggiatore che li vuole acquistare. Fino ad oggi in alcuni casi venivano allegati automaticamente al biglietto, ed era chi non li desiderava a doverli deselezionare.

"E' ingannevole pubblicizzare un biglietto a 1 o 2 euro quando il costo attuale è molto più alto", ha commentato l'europarlamentare lituano Arunas Degutis, relatore della direttiva al parlamento.

La direttiva dovrebbe entrare in vigore quest'anno o l'anno prossimo.

 
<p>L'AD di Ryanair Michael O'Leary pubblicizza i voli della sua compagnia. REUTERS/Jean-Paul Pelissier</p>