Calciopoli, Tar Lazio respinge ricorso ex dg Juventus Moggi

mercoledì 19 marzo 2008 14:15
 

ROMA (Reuters) - Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio ha respinto oggi il ricorso dell'ex dg della Juventus Luciano Moggi contro la sentenza della Commissione di appello Federale della Federcalcio che nel 2006 lo ha inibito per cinque anni dall'assunzione di cariche federali. Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Il Tar ha anche respinto il ricorso contro l'ammenda di 50mila euro inflitta dal Caf a Moggi, coinvolto nell'inchiesta sulla cosiddetta "Calciopoli".

L'ex dg del club calcistico torinese aveva impugnato la decisione della giustizia sportiva nel luglio del 2006.

"Le sanzioni in questione per la loro natura assumono rilevanza anche al di fuori dell'ordinamento sportivo ove solo si considerino non soltanto i riflessi sul piano economico (il ricorrente potrebbe essere chiamato a rispondere a titolo risarcitorio sia alla Juventus, società quotata in borsa, che ai singoli azionisti) ma anche e soprattutto il giudizio di disvalore che da detta sanzione discende sulla personalità del soggetto in questione in tutti i rapporti sociali", è scritto nella sentenza del Tar.

I giudici amministrativi hanno confermato la validità dell'impiano accusatorio contro Moggi, di cui gli inquirenti intercettarono centinaia di telefonate.

"... Le intercettazioni raccolte - è scritto nella sentenza di oggi - sono certamente sufficienti a supportare l'intero impianto probatorio, con la conseguenza che ove pure ne fossero state aggiunte altre, la conclusione non muterebbe".