Donne vescovo, Vaticano contro Chiesa Anglicana

martedì 8 luglio 2008 19:53
 

di Phil Stewart

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Il vaticano ha oggi criticato con forza il proposito della Chiesa d'Inghilterra di ordinare donne vescovo, definendo la decisione una frattura storica con la dottrina cristiana che allontanerà anglicani e cattolici.

Il sinodo, l'organismo che governa la Chiesa d'Inghilterra - chiesa-madre degli anglicani nel mondo - ha confermato ieri che eleverà per la prima volta le donne al rango di vescovo, sebbene con misure di compromesso per rassicurare i tradizionalisti presenti tra le proprie fila.

I vescovi anglicani, come quelli cattolici, posso ordinare i sacerdoti.

La decisione amplia la divisione tra la Chiesa Cattolica e quella Anglicana, che pure negli ultimi anni avevano fatto sforzi per portare avanti un dialogo, nonostante rimangano questioni spinose irrisolte come quella dei preti gay anglicani.

"Per il futuro, questa decisione avrà conseguenza per il dialogo, che finora aveva dato molti frutti", è scritto in un comunicato dell'ufficio vaticano per la promozione dell'unità cristiana.

"Una decisione del genere è una frattura con la tradizione apostolica mantenuta in tutte le chiese nel primo millennio, ed è anche un futuro ostacolo alla riconciliazione tra la Chiesa Cattolica e la Chiesa Anglicana".

Per il Vaticano, le donne non possono abbracciare il sacerdozio perché Cristo scelse solo uomini come propri apostoli. Gli anglicani, al contrario, cominciarono nel 1992 ad ordinare le prime donne sacerdote e oggi in Inghilterra un parroco su sei è donna. Per i liberali sarebbe un insulto non ammettere ora il sesso femminile alle posizioni di potere, come del resto avviene già tra gli anglicani di Canada, Usa e Nuova Zelanda.

La decisione della gerarchia anglicana deve ancora essere confermata attraverso una procedura lunga e complessa.

Se il compromesso anglicano sarà pienamente accettato nei prossimi incontri sinodali e la tabella di marcia verrà rispettata entro il 2012, il successore dell'arcivescovo di Canterbury Rowan Williams potrebbe anche essere una donna.

Lo scisma anglicano risale al XVI secolo, su iniziativa del re d'Inghilterra Enrico VIII. Oggi la comunità anglicana conta 77 milioni di fedeli, rispetto a un miliardo e 100 milioni di cattolici.

 
<p>Nerva Cot REUTERS/Claudia Daut</p>