Bimbi vittime della "corruzione dell'amore", accusa il Papa

sabato 8 dicembre 2007 12:18
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Il Papa Benedetto XVI si è scagliato oggi contro gli "adulti senza scrupoli" che ingannano i bambini spingendoli a perdere "il valore del rispetto del corpo", in una critica che sembra più rivolta al consumismo che non alla violenza pedofila.

Nel corso dell'Angelus, dedicato oggi alla festività dell'Immacolata, il Pontefice ha rivolto un pensiero ai giovani di oggi, "cresciuti in un ambiente saturo di messaggi che propongono falsi modelli di felicità", e che "rischiano di perdere la speranza perché sembrano spesso orfani del vero amore".

"Non poche esperienze ci dicono purtroppo che gli adolescenti, i giovani e persino i bambini sono facili vittime della corruzione dell'amore, ingannati da adulti senza scrupoli i quali, mtendo a se stessi e a loro, li attirano nei vicoli senza uscita del consumismo", ha detto Papa Ratzinger.

"Anche le realtrà più sacre, come il corpo umano... diventano così oggetti di consumo; e questo sempre più presto, già nella preadolescenza".

"Che tristezza quando i ragazzi smarriscono lo stupore, l'incanto dei sentimenti più belli, il valore del rispetto del corpo, manifestazione della persona e del suo insondabile mistero", ha concluso il Papa.

 
<p>Immagine d'archivio di Papa Benedetto XVI. REUTERS/Tony Gentile (ITALY)</p>