8 marzo 2008 / 11:27 / tra 10 anni

F1, Fia non agirà contro Stepney per spionaggio Ferrari

<p>Immagine d'archivio dell'ex capo meccanico della Formula Uno Nigel Stepney (a destra) con l'allora pilota di F1Michael Schumacher. GN/HB</p>

MILANO (Reuters) - La Federazione Internazionale dell‘Automobilismo, l‘organismo di governo della Formula Uno, ha annunciato che non intraprenderà alcuna azione formale contro l‘ex ingegnere della Ferrari Nigel Stepney per il suo ruolo nell‘affaire dello spionaggio ai danni della scuderia di Maranello, anche se ha messo in guardia i team dall‘assumerlo.

Ferrari aveva licenziato Stepney dopo averlo accusato di aver passato dati al responsabile del design del team McLaren, Mike Coughlan, e aver tentato un‘azione di sabotaggio.

Nel 2007 McLaren è stata esclusa dalla classifica costruttori di Formula 1 e multata per 100 milioni di dollari.

“Dato che il signor Stepney non è titolare di una licenza Fia, non sarà intrapresa contro di lui alcuna azione formale , secondo il Codice Internazionale dello Sport (sebbene la Fia stia collaborando con la polizia italiana, che ha indagato Stepney)”, dice la Fia in una nota.

La Federazione “raccomanda ai suoi licenziatari di non collaborare professionalmente col signor Stepney senza condurre un‘appropriata valutazione sulla sua idoneità alla partecipazione allo sport motoristico internazionale. Questa raccomandazione vale fino al primo luglio 2009”.

Il comunicato dice anche che Stepney ha ammesso il suo coinvolgimento e si è scusato con la Fia, sebbene abbia contestato la gravità e l‘ampiezza del proprio ruolo.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below