Warner vuole più soldi da videogiochi musicali

giovedì 7 agosto 2008 16:13
 

NEW YORK (Reuters) - Warner Music Group, la terza più grande società discografica al mondo, ha annunciato oggi che i produttori di videogiochi musicali come "Guitar Hero" o "Rock Band" dovranno pagare tariffe più alte per ottenere il permesso di utilizzare le sue canzoni.

L'amministratore delegato di Warner Music, Edgar Bronfman, ha fatto un paragone tra la comparsa 25 anni fa della tv musicale MTV, o il lancio dell'iPod di Apple cinque anni fa, e le società che oggi propongono videogiochi musicali come Activision Blizzard o Harmonix, una controllata di Viacom Inc.

"La somma che viene pagata all'industria musicale, ancorché i loro giochi dipendono interamente da contenuti i cui diritti sono nostri, è assolutamente troppo bassa".

 
<p>La conferenza di presentazione di "Guitar Hero: Aerosmith" REUTERS/Lucas Jackson</p>