Rapporto Censis: cresce abitudine alla lettura

venerdì 7 dicembre 2007 10:06
 

ROMA (Reuters) - In Italia cresce l'indice di lettura dei libri, che quest'anno ha raggiunto quasi il 60% sul totale della popolazione. Lo segnala il Rapporto del Censis sulla situazione sociale italiana, diffuso oggi.

"Non è vero che le politiche di sostegno alle attività culturali non servono a nulla", dice la ricerca, spiegando che grazie anche ad abbinamenti con la stampa, alle iniziative promozionali degli editori, alla pubblicità e al miglioramento degli ambienti delle stesse librerie, nel 2007 l'indice è del 59,4%, "su livelli finalmente degni di un paese civile".

Coloro che anno letto almeno tre libri in un anno sono saliti dal 39,4% al 52,9%.

Nel 2006, dice il Rapporto, l'indice era al 55,3%.

La fascia di età che registra l'indice più elevato è quella dei giovani, col 71,1% (in questo caso in calo di un punto percentuale rispetto all'anno scorso).

Sono invece lettori più istruiti quelli che fanno registrare gli aumenti maggiori, segnala ancora il Censis, col 74,8%.