Omicidio Meredith, Raffaele Sollecito si laurea in carcere

sabato 16 febbraio 2008 15:47
 

PERUGIA (Reuters) - Raffaele Sollecito, uno dei quattro indagati per l'omicidio della studentessa britannica Meredith Kercher, si è laureato oggi in carcere. Lo hanno riferito i suoi legali.

Sollecito ha discusso una tesi in Informatica (un testo di 80 pagine dal titolo "Programmazione genetica e sue applicazioni") nel carcere di Capanne, e alla fine ha ottenuto il voto di 99 su 110 punti, hanno detto i difensori Marco Brusco e Luca Maori.

Il padre Francesco Sollecito, all'uscita dal carcere si è detto soddisfatto "per questa giornata tanto attesa", anche se non ha nascosto il dispiacere per aver dovuto assistere alla laurea del proprio figlio all'interno del carcere.

"Raffaele si è già iscritto alla laurea specialistica -- ha detto il padre dopo aver incontrato a colloquio il figlio a margine della discussione -- all'università di Verona".

Parlando dell'inchiesta che vede coinvolto il figlio insieme all'ex fidanzata statunitense Amanda Knox, all'ivoriano Rudy Guede e al congolese Patrick Lumumba --- l'unico a essere stato scarcerato -- Francesco Sollecito ha detto: "Siamo fiduciosi sul prossimo incidente probatorio e sui risultati degli esami relativi ai reperti".

"Siamo convinti della sua innocenza e crediamo che le informazioni consegnate al pubblico ministero, relative alla perizia sul corpo di Meredith, che smentiscono l'ipotesi della violenza sessuale, come anche quella dell'assunzione di droga, vadano nella direzione da noi sempre sostenuta e smontino l'impianto accusatorio", ha aggiunto l'uomo.

Raffaele Sollecito fu arrestato il giorno in cui avrebbe dovuto incontrare il suo relatore per consegnargli gli ultimi elaborati della sua tesi.

 
<p>Immagine d'archivio di Raffaele Sollecito. REUTERS/Daniele La Monaca (ITALY)</p>