Bosnia, regista di "No Man's Land" fonda nuovo partito

domenica 6 aprile 2008 11:57
 

SARAJEVO (Reuters) - Il regista bosniaco Danis Tanovic, il cui film "No Man's Land" ha vinto nel 2001 l'Oscar per il miglior film straniero, ha presentato ieri il nuovo partito politico che ha fondato con l'intenzione di superare le divisioni etniche del paese.

Tanovic, 38 anni, ha espresso la speranza che la formazione, "Nostro partito", riuscirà a sedurre gli elettori disillusi che non hanno votato alle ultime elezioni.

"E' un tentativo di smuovere le cose... e noi possiamo offrire una nuova scelta ai bosniaci che si lamentano da anni che non ci sia nessuno per cui votare", ha detto Tanovic durante la prima convenzione del partito.

Secondo alcuni commentatori politici, la figura di Tanovic potrebbe contribuire a un successo elettorale alle amministrative di ottobre, primo test per il nuovo partito.

La Bosnia è divisa in due regioni autonome, la Federazione croato-musulmana e la Repubblica Serba. Dalla fine della guerra del 1992-95, il paese è governato da partiti nazionalisti serbi, musulmani e croati che con le loro contese hanno bloccato le riforme.

L'opposizione è divisa e debole e l'astensionismo è in crescita.

Tanovic, che è musulmano, sarà il co-presidente del nuovo partito insieme a un croato-bosniaco e a un serbo-bosniaco.

 
<p>Il regista bosniaco Danis Tanovic quando ha vinto l'Oscar . REUTERS/Mike Blake</p>