Olimpiadi, Giappone stringe misure sicurezza per arrivo Torcia

venerdì 25 aprile 2008 13:50
 

NAGANO, Giappone (Reuters) - Le autorità giapponesi hanno lanciato un appello alla calma ma intanto hanno disposto rigide misura di sicurezza oggi, con l'inizio delle prime deboli proteste per l'arrivo della Torcia olimpica.

La staffetta olimpica, che precede l'avvio dei Giochi di Pechino in agosto, ha provocato in tutto il mondo proteste contro il mancato rispetto dei diritti umani in Cina, specialmente in Tibet, ma anche manifestazioni patriottiche dei cinesi contro quelle che definiscono le offese occidentali.

Il primo segretario di gabinetto Nobutaka Machimura ha invitato alla calma in vista della staffetta di domani a Nagano, ex sito olimpico nel Giappone centrale.

"Spero che questa staffetta della torcia avvenga pacificamente, in un'atmosfera in cui tutti possano celebrare", ha detto Machimura nel corso di una conferenza stampa a Tokyo.

Da Hanoi, la radio di Stato del Vietnam ha annunciato che un cittadino statunitense di origine vietnamita è stato espulso con l'accusa di aver organizzato una protesta anti-cinese per il passaggio, la settimana prossima, della torcia a Ho Chi Minh City.

La Corea del Nord, invece, intende "stupire il mondo" con una cerimonia in pompa magna lunedì prossimo, hanno detto i media cinesi.

L'arrivo della fiamma a Nagano, intanto, ha provocato le prime proteste degli attivisti pro-diritti umani con un corteo di Tir, da cui spuntavano enormi striscioni in giapponese con su scritto "Vattene".

Alla protesta hanno partecipato anche i seguaci del gruppo religioso Falun Gong, messo fuorilegge da Pechino".

Domani il passaggio della torcia sarà scortato da circa 4.000 poliziotti, mentre un centinaio faranno da scudo umano ai tedofori.

Alla cerimonia di apertura e a quella di chiusura non saranno ammessi spettatori.

 
<p>Un manifestante filotibetano a Nagano, in Giappone. REUTERS/Toru Hanai</p>