Un romanzo online con oltre 1.000 autori

giovedì 5 giugno 2008 11:42
 

NEW DELHI (Reuters) - Scrivere un romanzo può essere un processo complesso, ma due ex studenti indiani sperano di riuscire a evitare il famoso blocco dello scrittore grazie alle oltre 1.000 persone che hanno reclutato per dare corso all'opera.

Anubhav Jain e Dhruv Bhushan, due laureati dell'Indian Institute of Management, sperano di pubblicare il romanzo scritto da quante più persone possibili alla fine del mese.

I due hanno lanciato nel marzo scorso il sito OurOwnBook.com (ourownbook.com) , senza la sicurezza che il loro esperimento avrebbe avuto successo. Ma fino a ieri, erano 1.070 le persone che si sono iscritte per partecipare alla scrittura dell'opera, che conta già 25 capitoli, messi online sul sito.

"Almeno il 70% è completo. In media, ogni due giorni finiamo un capitolo", ha detto il 24enne Jain.

I fondatori del sito web hanno indicato la trama di massima del libro: un magnate del mondo degli affari, tenuto ostaggio in un magazzino nel 2028, riflette sulla propria vita. L'esercito degli scrittori si è occupato del resto.

Mentre il romanzo prendeva corpo, Jain e Bhushan, in qualità di moderatori, hanno fornito via via il sommario e alcuni suggerimenti dopo ogni capitolo per mantenere il flusso narrativo e garantire che i nuovi utenti non divaghino troppo rispetto al protagonista Srijan.

Nessun scrittore può partecipare con oltre 300 battute alla volta. "Ciò per fare in modo che una singola persona non dirotti la storia verso le proprie idee", ha spiegato Jain.

Nonostante le precauzioni, i due hanno dovuto penare per riuscire a scegliere tra i vari testi - alcuni giorni ne hanno ricevuto uno al minuto - e spesso hanno dovuto cancellare passaggi inconsistenti o fuori luogo.

TROPPI GALLI A CANTARE   Continua...

 
<p>Un uomo alla tastiera. REUTERS/Catherine Benson CRB</p>