Libri, scandalo negli Usa: falsa la storia di Margaret B. Jones

mercoledì 5 marzo 2008 11:55
 

NEW YORK (Reuters) - "Love and Consequences", un'acclamata autobiografia sull'infanzia difficile di una ragazza cresciuta tra povertà e baby gang a Los Angeles, è una storia inventata e il libro sarà ritirato dal mercato.

L'annuncio, diffuso dalla casa editrice dopo uno scoop del New York Times, ha messo in subbuglio il mercato editoriale americano.

L'autrice, Margaret B. Jones, è in realtà Margaret Seltzer, una donna bianca cresciuta in California dove ha studiato in una scuola privata episcopaliana, ha scritto ieri il New York Times.

Piangendo al telefono durante un'intervista con il giornale, Seltzer ha ammesso di non aver mai spacciato droga per una baby gang e di non essere stata adottata, come ha invece affermato nel libro.

Riverhead Books, casa editrice di Penguin Group che ha pubblicato il libro e ha detto di aver ricevuto "molte prove a sostegno della storia", incluse lettere, foto e testimonianze dai suoi presunti genitori adottivi, rimborserà chi ha comprato il libro, ha detto la portavoce Marilyn Ducksworth.

Il caso è l'ultimo di una serie di scandali nell'editoria negli Usa. Due anni fa, l'autore James Frey ammise di aver creato alcune parti della sua autobiografia, una storia di droga e alcol dal titolo "A Million Little Pieces", in cima alle vendite negli Usa nel 2005.

"Il mercato editoriale è così difficile, impegnativo, sfuggente a volte che la gente farebbe qualsiasi cosa", ha detto Lee Gutkind, autore di "Keep It Real: Everything You Need to Know About Researching and Writing Creative Nonfiction", libro sulla scrittura creativa di storie vere.