Cina, entro 2033 la popolazione arriverà a un miliardo e mezzo

martedì 4 dicembre 2007 10:52
 

PECHINO (Reuters) - La Cina, il paese che conta il maggior numero di abitanti al mondo nonostante la politica demografica che prevedrebbe un solo figlio a famiglia, arriverà a toccare un miliardo e mezzo di persone nel 2033, coi tassi di nascita in rialzo nei prossimi cinque anni, annuncia oggi la stampa cinese.

Dalla cifra odierna di un miliardo e 300 milioni di abitanti si passerà a 1,45-1,46 miliardi entro il 2020, raggiungendo il picco di un miliardo e mezzo nel 2033, scrive il quotidiano Beijing News citando Zhai Zhenwu, responsabile dell'istituto per le ricerche demografiche dell'Università Popolare di Pechino.

"Attualmente, la Cina cresce di 16 milioni di persone all'anno. Entro il 2012 la crescita annuale raggiungerà un picco di 19 milioni", ha detto Zhai al giornale.

La popolazione cinese sta aumentando ad un tasso "normale", ha detto Zhai, e occorre mantenerlo tale per evitare aumenti troppo rapidi o lenti.

Preoccupata per il consumo delle risorse naturali, già dagli anni 70 la Cina ha varato una serie di norme per ridurre le dimensioni delle famiglie, e che attualmente limitano le nascite a un solo figlio per coppia, anche se nelle campagne il limite è di due.

Secondo il governo tale politica demografica ha impedito la nascita di centinaia di milioni di persone e ha aumentato il benessere, ma gli esperti mettono in guardia dalla bomba "sociale" a orologeria costituita da una popolazione che invecchia e dalla crescente disparità nelle percentuali dei due sessi, dovuta alla tradizionale preferenze per i figli maschi.

E diventa anche più difficile imporre il controllo demografico su una popolazione che conosce una mobilità crescente, con milioni di persone che si spostano dalle aree rurali per trovare lavoro nelle più ricche città dell'est del paese.

L'arrivo di lavoratori migranti nella capitale ha già fatto aumentare la popolazione di Pechino a 17,4 milioni di persone, solo 600mila in meno del tetto fissato per le autorità cittadine per il 2020, scrive Beijing News.

Le autorità nazionale hanno annunciato l'aumento delle multe per quei cittadini benestanti che infrangono le regole perché desiderano avere più figli, e che finora se la sono cavata con contravvenzioni modeste.

 
<p>Traffico a Pechino. REUTERS/David Gray</p>