Sondaggio: 30% americani dichiara guarigione divina

martedì 24 giugno 2008 16:09
 

DALLAS (Reuters) - Improvvisamente vi sentite meglio? Se siete americani c'è una possibilità su tre che vi siate imbattuti in una guarigione divina.

E' una delle scoperte fatte dalla seconda parte di uno studio sul panorama religioso negli Stati Uniti ("U.S. Religious Landscape Survey"), pubblicato dal Pew Forum on Religion & Public Life. La prima parte della ricerca - un sondaggio condotto nel 2007 che ha coinvolto più di 35mila adulti in tutto il paese - è stata diffusa qualche mese fa.

"Un terzo del totale degli americani (34%) ha detto di essere stato oggetto o testimone di una guarigione divina da una malattia o un infortunio", rivela il sondaggio.

"Lo hanno dichiarato in particolare i mormoni (69%). Anche la metà dei membri di chiese evangeliche e di chiese storicamente afroamericane (54%) ha dichiarato di aver vissuto o di essere stato testimone di guarigioni divine".

Tra le chiese di tradizione afroamericana ed evangeliche, sono i membri delle chiese pentecostali i più propensi a dichiarare di aver avuto questo tipo di esperienze, secondo i risultati della ricerca.

L'inchiesta ha rilevato l'alto tasso di religiosità che attraversa l'intero paese. Ad esempio, il 71% degli americani si dichiara "assolutamente certo" dell'esistenza di Dio e il 39% partecipa a una funzione religiosa almeno una volta a settimana.

Quasi un terzo degli americani adulti ha poi dichiarato di aver avuto "risposte precise" a specifiche richieste fatte attraverso la preghiera almeno una volta al mese.

 
<p>Danzatori della comunit&agrave; della chiesa battista di St. Paul, New York (immagine d'archivio). REUTERS/Shannon Stapleton (Usa)</p>