Usa: 17 liceali incinte a Gloucester, sindaco nega 'patto'

martedì 24 giugno 2008 12:07
 

BOSTON (Reuters) - Il sindaco di Gloucester, la cittadin del Massachusetts dove 17 liceali sono rimaste incinte lo scorso ottobre, ha negato che le ragazze abbiano fatto un patto per restare incinte contemporaneamente come riportato dai media.

"Non posso confermare l'esistenza di un patto", ha detto il sindaco di Gloucester Carolyn Kirk ai giornalisti, dopo aver incontrato funzionari scolastici e sanitari locali per discutere un articolo della rivista Time del 18 giugno scorso che riporta di un patto tra adolescenti per restare incinte contemporaneamente e crescere insieme i propri bambini.

"Non c'è assolutamente alcuna prova di un qualsiasi giuramento di sangue per restare incinte", ha aggiunto il sindaco, attribuendo l'incremento delle gravidanze tra adolescenti a una mancanza di fondi per l'educazione sanitaria e ai media, che secondo il primo cittadino di Gloucester pubblicizzano la gravidanza come un qualcosa alla moda.

Almeno 17 liceali, nessuna delle quali ha più di 16 anni, aspettano un bambino, nella città portuale a circa 50 chilometri a nord di Boston.

Il Sovrintendente scolastico Christopher Farmer ha detto durante una conferenza stampa che c'è una "distinta possibilità" che le ragazze abbiano deciso di fare un patto per aiutarsi reciprocamente solo dopo essere rimaste incinte, e che il Time non ha fatto distinzioni tra "un patto per rimanere incinte e un patto a causa del fatto che siamo incinte".

Secondo le leggi del Massachusetts, avere rapporti sessuali con minori di 16 anni è un reato.

 
<p>Una donna incinta. REUTERS/Katarina Stoltz</p>