Etero o gay? Corte Usa: è una domanda che non si può fare su Web

venerdì 4 aprile 2008 11:41
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Una Corte d'Appello americana ha stabilito che un sito Internet per la ricerca dell'alloggio non è autorizzato a chiedere agli utenti il proprio orientamento sessuale.

La Corte d'Appello statunitense ha sentenziato che il sito Roommates.com -- che obbliga gli utenti a dichiarare il proprio orientamento sessuale -- è in una posizione diversa da quella di altri siti Web in cui gli utenti possono in modo volontario fornire o meno informazioni personali.

Chiedere informazioni sull'orientamento sessuale sul Web non è diverso dal chiedere di persona o per telefono se qualcuno è di religione ebraica o nero prima di stipulare il contratto, ha stabilito la giuria.

"Se richieste del genere sono vietate quando effettuate di persona o per telefono non vediamo la ragione per cui il Congresso abbia reso legale farle online", ha scritto il giudice Alex Kozinski.

"Non solo (il sito Web) Roommate chiede cose di questo tipo, Roommate fa sì che rispondere a queste domande discriminatorie sia 'conditio sine qua non' per chiudere il contratto".

Il sito Roommates.com dice di offrire più di 100.000 proposte di affitto in tutti gli Usa ed è di proprietà della Roommate.com Llc.

 
<p>Due uomini omosessuali si tengono per mano. REUTERS/Peter Andrews (POLAND)</p>