Usò permesso disabili, chiesta archiviazione ex capo Vigili Roma

lunedì 10 marzo 2008 13:10
 

ROMA (Reuters) - Il pm titolare dell'inchiesta sull'ex capo dei vigili urbani di Roma che utilizzò un contrassegno per disabili sulla sua auto parcheggiata in divieto di sosta ha chiesto oggi di archiviare il procedimento per tentata truffa. Lo riferiscono fonti giudiziarie.

Il pubblico ministero Angelantonio Racanelli ha chiesto oggi al giudice per le indagini preliminari di archiviare l'inchiesta aperta nei mesi scorsi contro Giovanni Catanzaro, ex comandante della Polizia municipale di Roma. Secondo il magistrato, infatti, il comportamento di Catanzaro non avrebbe rilievo penale.

Il 25 novembre scorso il sindaco di Roma Walter Veltroni revocò l'incarico a Catanzaro dopo la pubblicazione di un articolo sul quotidiano "Il Messaggero" in cui si denunciava l'uso disinvolto di un permesso di sosta per disabili da parte del capo dei "pizzardoni" romani.

Catanzaro infatti aveva utilizzato il contrassegno sulla proprio auto privata parcheggiata in divieto di sosta in via della Croce, nel centro storico della Capitale.

Secondo il pm, comunque, quello di Catanzaro non fu un tentativo di truffa. Il contassegno era scaduto e non c'era alcun segno di alterazione, quindi l'auto avrebbe potuto tranquillamente essere multata e rimossa dai vigili.