Neve e ghiaccio paralizzano Grecia e Turchia

lunedì 18 febbraio 2008 15:25
 

di Karolos Grohmann

ATENE (Reuters) - Forti nevicate e temperature gelide hanno oggi costretto la chiusura di scuole e paralizzato il traffico aereo e su strada in Grecia e in Turchia.

Dopo due giorni di nevicate ininterrotte, Atene e la sua Acropoli si trovano oggi ricoperte da una spessa coltre di neve, mentre le periferie sono rimaste isolate per il troppo ghiaccio sulle strade, come anche molti villaggi a Creta, nell'sola di Evia e nella parte centrale della Paese.

Gli sforzi fatti dai funzionari dell'Aeroporto Internazionale di Atene perché restasse attivo, non hanno evitato i disagi: dalla mezzanotte di oggi solo tre voli hanno potuto atterrare, un unico aereo è decollato e decine di voli verranno probabilmente cancellati nella corso della giornata di oggi.

Molti negozi e uffici resteranno chiusi, mentre le strade sono popolate da pedoni che non hanno potuto usare l'auto senza le catene antineve.

In Turchia, dove la neve e le temperature sotto lo zero hanno determinato la chiusura di scuole e università in quasi tutto il Paese, lo Stretto di Istanbul è rimasto chiuso al traffico navale in direzione Nord-Sud già dalla mattina di domenica, ha riferito la Guardia Costiera. Lo Stretto è l'unica via navigabile tra i porti del Mar Nero e l'Egeo.

"Come la Siberia", recita un titolo del quotidiano turco Takwin che sovrasta le foto di pedoni imbacuccati e infreddoliti e di aerei fermi all'aereoporto di Istanbul.

Centinaia di automobilisti sono rimasti bloccati in varie parti del Paese per la chiusura di alcune strade principali. Anche qui, alcuni centri sono rimasti isolati mentre due persone sono morte per il freddo tra ieri e oggi.

La capitale Ankara è stata teatro di 355 incidenti stradali nelle ultime 24 ore, con un bilancio di circa 30 feriti, secondo quanto detto dall'emittente privata NTV, mentre si stima che a Istanbul, la più grande città turca, il maltempo abbia causato più di 500 incidenti.

Si stima che le temperature ad Ankara resteranno sotto lo zero fino a mercoledì; sulle alture della Turchia orientale, le temperature notturne hanno sfiorato i 20 gradi C sotto lo zero, mentre la neve è caduta anche nella generalmente mitigata zona costiera sul Mediterraneo.

 
<p>Un bar sulla spiaggia nel villaggio di Oropos, a nordest di Atene. REUTERS/Yiorgos Karahalis</p>