Olimpiadi,Pechino avvolta da smog a 11 giorni da Giochi

lunedì 28 luglio 2008 14:04
 

PECHINO (Reuters) - La città che ospiterà le Olimpiadi quest'anno è ancora avvolta da una nube di vapori e smog, a 11 giorni dall'apertura dei Giochi, fatto che solleva preoccupazioni sul raggiungimento degli standard di qualità dell'aria promessi da Pechino in vista dell'evento sportivo.

Le autorità della capitale hanno già imposto un blocco al traffico e chiuso molte industrie, nel tentativo di ridurre le emissioni prima dell'avvio delle gare il prossimo 8 agosto.

Ma la cappa di gas inquinanti copre ancora in modo preoccupante la città, e oggi, cresce la preoccupazione per la consueta afa di agosto, che potrebbe accogliere le decine di migliaia di atleti e spettatori in un cocktail di nebbia, fumi e polveri sottili.

E mentre le associazioni ambientaliste lanciano l'allarme sui rischi che potrebbero correre gli atleti che affronteranno prove di resistenza, il Comitato olimpico australiano (Aoc) ha autorizzato questa mattina i propri atleti a ritirarsi dalle proprie competizioni se ritengono che l'inquinamento possa attentare alla propria salute.

Il vice presidente dell'Aoc Peter Montgomery ha detto che gli atleti australiani sono liberi di potersi ritirare dai vari eventi sportivi se i livelli di inquinamento restano alti, ma ha aggiunto che sarà improbabile che qualcuno rinunci alle gare.

Pechino ha vietato la circolazione stradale a una larga parte dei 3,3 milioni di veicoli presenti nella capitale cinese e ha imposto la sospensione della produzione e la chiusura di alcune fabbriche nel tentativo di ridurre le emissioni dannose prima dell'apertura dei Giochi.

Un quotidiano ufficiale ha detto che le autorità potrebbero prendere misure ancora più drastiche per far fronte all'inquinamento.

"Più veicoli potrebbero essere ritirate dalle strade e tutti i siti di costruzione e alcune fabbriche a Pechino e le aree vicine potrebbero essere chiuse temporaneamente se la qualità dell'aria peggiora durante i Giochi olimpici", ha detto il China Daily.

Un funzionario dell'Ufficio per la protezione ambientale di Pechino ha confermato che si stanno mettendo a punto dei piani per maggiori tagli alle emissioni, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

"Le misure saranno implementate se la qualità dell'aria non raggiunge gli standard che abbiamo promesso", ha detto il funzionario a Reuters al telefono.

L'inquinamento è stato una delle maggiori preoccupazioni per gli organizzatori dei Giochi, che hanno detto che il calendario delle gare di resistenza potrebbe essere revisionato per evitare di mettere in pericolo di salute gli atleti.

 
<p>Inquinamento a Pechino REUTERS/Jason Lee</p>