Sistemi sanitari, in Olanda il migliore, in Usa il peggiore

martedì 8 luglio 2008 11:17
 

NEW YORK (Reuters) - Gli americani sono i meno soddisfatti del proprio sistema sanitario, mentre l'assistenza medica olandese è considerata la migliore, secondo una nuova ricerca.

Il sondaggio sul sistema medico-sanitario, condotto in dieci nazioni benestanti - tra cui l'Italia - da Harris Interactive, ha rivelato quali siano le opinioni degli utenti sul funzionamento dell'assistenza medica nel proprio paese.

Negli Stati Uniti un terzo degli intervistati ha dichiarato di pensare che il sistema del proprio paese dovrebbe essere completamente riformato, e un ulteriore 50% crede che dovrebbero esservi apportati dei profondi cambiamenti.

"Considerato che tutti i paesi (presi in considerazione nello studio) hanno un sistema sanitario pubblico a eccezione degli Stati Uniti, potrebbe sorgere la domanda sul perché gli Usa siano l'unica nazione benestante e industrializzata a non esserne dotata", ha detto a Reuters George Terhanian, presidente di Harris Interactive.

Nei Paesi Bassi, dove l'assistenza medica è finanziata da un'assicurazione sanitaria obbligatoria, il 42% delle persone pensa che il proprio sistema funzioni bene e che necessiti solo di piccole modifiche.

In Italia, il 20% degli intervistati pensa che sia necessaria una riforma totale del sistema sanitario, contro il 9% degli olandesi, il 12% in Canada e Spagna, il 15% in Gran Bretagna e Francia, il 17% in Germania e Nuova Zelanda e il 18% in Australia - secondo i dati del sondaggio che ha coinvolto 1.000 cittadini in ognuno dei dieci paesi.

Gli Stati Uniti, con un modello sanitario ampiamente criticato costituito da una combinazione tra assicurazioni private e programmi finanziati dallo Stato, è il paese che spende di più al mondo per l'assistenza medica, la quale non riesce tuttavia a raggiungere dei buoni standard di qualità, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).