8 luglio 2008 / 07:43 / 9 anni fa

Chiesa anglicana ancora divisa sulle donne vescovo

LONDRA (Reuters) - La Chiesa Anglicana ha autorizzato ieri l‘ordinazione di donne vescovo, approvando però anche alcune misure che vanno incontro all‘ala tradizionalista contraria alla decisione.

<p>Nerva Cot, la donna ordinata vescovo REUTERS/Claudia Daut</p>

Dopo sei ore di acceso dibattito sulla direzione da prendere per la chiesa nata circa 450 anni fa, la soluzione a cui è giunto il Sinodo è un compromesso che cerca di evitare la fuga di massa dalla confessione minacciata da coloro che si oppongono ai vescovi donna.

“Entrambe le opzioni estreme sono cadute”, ha detto a Reuters un funzionario del Sinodo. “Ma non sono neanche state rifiutate”.

Il Sinodo, riunitosi a York, Inghilterra settentrionale, ha respinto la proposta dei tradizionalisti di creare una squadra di “super-vescovi” cui la parte di clero e fedeli che si oppongono all‘ordinamento delle donne avrebbero potuto fare riferimento.

Si è scelto invece di adottare un codice di condotta nazionale che cerca di accontentare gli opponenti. Ma non è stato specificato quali siano le misure esatte offerte ai più ortodossi.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below