Salute, ricerca mostra che 10% ha avuto ictus senza saperlo

venerdì 27 giugno 2008 13:49
 

CHICAGO (Reuters) - Una ricerca condotta sulle scansioni di routine fatte al cervello di un gruppo di persone di mezza età ha mostrato che il 10% degli esaminati ha avuto un ictus senza essersene mai accorto.

Lo riferiscono alcuni scienziati statunitensi, aggiungendo che questo tipo di ictus silenti innalzano il rischio di ulteriori ischemie o perdita della memoria.

Le persone che soffrono di fibrillazione atriale, il più comune tra i disturbi del battito cardiaco che colpiscono gli over 65, hanno un tasso doppio di ictus "silenti" rispetto agli altri, secondo quanto hanno detto i ricercatori.

Gli infarti cerebrali silenti (Sci - Silent cerebral infarctions) sono causati da un grumo di sangue che interrompe il flusso al cervello.

"La scoperta rafforza la necessità di prevenzione e cura dei fattori di rischio cardiovascolare durante la mezza età", hanno scritto Sudha Seshadri della Boston University School of Medicine e colleghi nella rivista Stroke.

"Questo è particolarmente vero dal momento che gli infarti cerebrali silenti sono stati associati a un maggiore rischio di ictus e declino delle funzioni cognitive", hanno scritto.

I ricercatori sono arrivati a questa scoperta attraverso l'analisi delle risonanze magnetiche fatte a un gruppo di 2.000 persone con un'età media di 62 anni, cha hanno ripetuto questi esami con una cadenza di quattro o otto anni.

Le scansioni hanno rilevato che il 10,7% del gruppo ha avuto un ictus nonostante non mostri alcun sintomo. Di questi, l'84% presenta solo una singola lesione al cervello.

 
<p>Un'immagine d'archivio del cervello umano ottenuta attraverso tecnologie di scanning. REUTERS/Sage Center for the Study of the Mind, University of California, Santa Barbara/Handout (UNITED STATES)</p>