Germania ottiene dilazione per produttori di "parmesan"

martedì 26 febbraio 2008 14:27
 

BRUXELLES (Reuters) - La Germania ha ottenuto, forse solo temporaneamente, di non dovere togliere il nome "parmesan" dal formaggio che non è protetto dal marchio Dop "Parmigiano-Reggiano", in una sentenza della Corte europea che l'Italia ha però accolto come una sua vittoria.

La più alta giurisdizione della Ue ha confermato il principio che protegge il nome degli alimenti, affermando che solo il formaggio con la Denominazione d'origine protetta (Dop) "Parmigiano-Reggiano" può essere venduto come "parmesan".

La Germania, il secondo produttore europeo di formaggio dopo l'Italia, sosteneva che "parmesan" era diventato un termine generico per formaggio duro da grattuggiare e non più legato al prodotto della zona di Parma. Su questo punto la Corte europea le ha dato torto.

La Germania però non è obbligata a togliere d'ufficio il nome "parmesan" dal finto parmigiano, come chiedeva la Commissione europea nel suo ricorso, perché le azioni a tutela del marchio spettano solo all'Italia.

"Gli organi di controllo cui incombe l'obbligo di assicurare il rispetto delle Dop sono quelli dello Stato membro da cui proviene la Dop medesima", ha detto la nota della Corte.

Ma questo vuol dire che "chiunque abbia interesse a proteggere il Dop, come ad esempio il Consorzio per il Parmigiano-Reggiano, potrà d'ora in poi far valere la sentenza di oggi davanti al giudice tedesco, chiedendogli di togliere il parmesan dagli scaffali dei negozi", ha detto a Reuters una fonte della Corte.

"Questa sentenza è una vittoria", ha detto in una nota il Consorzio del Parmigiano-Reggiano.

"Il nostro auspicio, e in tal senso l'Italia dovrà lavorare è che anche questa sentenza rappresenti un'occasione per migliorare la normativa comunitaria su questo punto fondamentale, affermando nella UE un meccanismo di corresponsabilità e di reciprocità nella tutela di tutte le Dop da parte dei Paesi membri", ha detto il ministro per le Politiche agricole, Paolo De Castro.

 
<p>Una forma di parmigiano reggiano in una foto d'archivio. REUTERS/Alessia Pierdomenico</p>