Gucci vince causa sul marchio contro calzaturificio cinese

martedì 15 aprile 2008 12:28
 

PECHINO (Reuters) - La casa di alta moda Gucci ha vinto oggi una causa contro un calzaturificio cinese sulla contraffazione del marchio, segnando un affondo in un paese in cui i prodotti di imitazione occidentale sono ampiamente disponibili sul mercato nazionale, secondo quanto detto oggi dai media di stato.

E' la seconda volta che un'azienda europea ottiene un risarcimento per la contraffazione del marchio nel paese asiatico. La scorsa settimana, l'industria dolciaria Ferrero ha vinto dopo cinque anni di battaglia legale una causa contro una casa di produzione di cioccolato cinese.

Il calzaturificio Senda Group, che ha sede nella provincia orientale di Jiangsu, è stato condannato al risarcimento a Gucci di 180.000 yen (26.000 dollari) per aver violato i diritti sul marchio, avendo prodotto e commercializzato una fibbia con il famoso motivo "GG" della casa francese, secondo quanto stabilito dal Tribunale del Popolo del distretto di Shangai Pudong.

I sandali da donna di Senda con il logo Gucci sono stati commercializzati presso lo Yaohan Department Store N.1 di Shanghai nell'agosto del 2006, ha detto l'agenzia di stampa Xinhua.

"Gucci ha chiesto a Senda e al dipartimento di Yaohan di fermare la produzione e la vendita delle scarpe riportanti il logo e un risarcimento complessivo di 610.000 yen da parte di entrambi gli imputati", ha detto l'agenzia Xinhua, aggiungendo che il negozio non dovrà provvedere al pagamento dell'ammenda ma dovrà fermare la vendita del prodotto.

La scorsa settimana la Corte Suprema del Popolo ha ordinato all'industria cinese Montresor di bloccare la produzione di cioccolatini alla nocciola -- simili ai Ferrero Rocher -- e di provvedere a un risarcimento danni "simbolico" di 500.000 yen, a conclusione di una causa intentata da Ferrero S.p.a contro la casa dolciaria di Hong Kong cinque anni fa.

L'Unione Europea e gli Stati Uniti fanno da tempo pressioni sulla Cina per combattere la contraffazione dei marchi.

 
<p>Una modella con un paio di scarpe Gucci ai piedi. REUTERS/Stefano Rellandini (ITALY)</p>