Adam Sandler: parrucchiere israeliano nel nuovo film "Zohan"

mercoledì 4 giugno 2008 10:17
 

LOS ANGELES (Reuters) - L'attore Adam Sandler ha vestito i panni di un cantante per matrimoni, di un vigile del fuoco che si finge gay, di un "waterboy" per gli atleti e persino del figlio del diavolo.

Non stupirà quindi che, nel suo prossimo film - "You don't mess with the Zohan", in uscita nele sale il prossimo venerdì - sarà uno strambo super-addestrato comandante dell'esercito israeliano che in cuor suo vorrebbe nella vita fare il parrucchiere.

Sandler, ebreo originario di Brooklin, New York, ha detto che l'ispirazione per "Zohan" risale alla sua infanzia, quando sentì parlare di quanto fosse duro l'esercito israeliano nonostante il paese fosse così piccolo.

Da adulto poi, Sandler ha frequentato molti israeliani in California, è andato ai loro matrimoni e le loro feste, meravigliandosi - ha detto l'attore - di quanto si divertissero.

"Un ragazzo israeliano mi tagliava i capelli, e pensavo a quanto sarebbe stato divertente vedere un soldato di Israele, un guerriero senza paura, avere il sogno segreto di voler fare qualcos'altro, ma non poterlo condividere con gli altri per l'imbarazzo", ha aggiunto Sandler.

"Zohan" è di un soldato che si finge morto per "nascondersi" a New York, dove può inseguire il suo sogno. Ma il suo violento passato non lo abbandona, e Zohan si ritrova presto nel bel mezzo di un'altra guerra, questa volta tra immigrati israeliani e palestinesi.

Scritto da Sandler, Judd Apatow e dall'autore e regista del "Saturday Night Live" Robert Smigel, il film ha un ricco cast tra cui John Turturro e Chris Rock ed è arricchito da cameo d'eccezione come quelli di Mariah Carey e John McEnroe.

 
<p>L'attore statunitense Adam Sandler con sua moglie Jackie durante la presentazione del film "You Don't Mess with the Zohan" al Grauman's Chinese theatre di Hollywood, California, il 28 maggio 2008. REUTERS/Mario Anzuoni (Usa)</p>