Berlusconi: non appena premier, lascerò presidenza Milan

mercoledì 23 aprile 2008 15:02
 

ROMA (Reuters) - Silvio Berlusconi ha detto oggi che lascerà la presidenza della società sportiva Ac Milan non appena avrà inizio il suo terzo mandato da presidente del Consiglio.

"Dovrò rinunciare alla presidenza del Milan e questo mi addolora. Non è compatibile con il mio nuovo ruolo", ha detto Berlusconi all'emittente radiofonica Radio Radio.

La decisione non causerà probabilmente scompiglio nel team sette volte campione d'Europa, fintanto che il vice presidente Adriano Galliani resterà in carica. Berlusconi lasciò la presidenza del club anche in occasione del suo secondo mandato da premier, nel quinquennio 2001-2006, pur mantenendo la proprietà della società.

Berlusconi ha aggiunto che il Milan ancora spera di avere presto Ronaldinho tra le sue fila nonostante la consistente somma richiesta dal Barcellona per l'acquisto dell'asso brasiliano -- che secondo i media italiani ammonterebbe a 50 milioni di euro, compreso Gianluca Zambrotta richiesto dalla Juventus.

"Lo vogliamo ancora e sappiamo che lui vuole il Milan", ha affermato Berlusconi. "Il Barcellona ha fatto una richiesta che tutti considerano eccessiva. Andiamo avanti e vedremo. Siamo ancora interessati".

 
<p>Silvio Berlusconi festeggia con i giocatori del Milan la vittoria della Champions League nel maggio 2007 ad Atene. REUTERS/Phil Noble</p>