Yoko Ono perde causa per divieto uso di "Imagine" in "Expelled"

martedì 3 giugno 2008 12:22
 

NEW YORK (Reuters) - I figli di John Lennon e la vedova Yoko Ono hanno perso ieri una battaglia legale intentata per impedire l'uso della canzone "Imagine" nel documentario "Expelled: No Intelligence allowed".

Ono, suo figlio Sean Ono Lennon e Julian Lennon, figlio di un primo matrimonio di John, avevano inoltrato una causa lo scorso aprile, con l'etichetta privata Emi Blackwood Music, contro i produttori e i distributori del film - Premise Media Corporation, C&S Production LP e Rocky Mountain Pictures - nel tenativo che venisse vietato l'uso della canzone nel documentario.

"Expelled", che esplora la discriminazione contro scienziati e insegnanti che appoggiano il cosiddetto "disegno intelligente" in alternativa alle teorie evoluzionistiche di Darwin, secondo le accuse di Yoko e figli utilizzerebbe indebitamente "Imagine", perché senza il loro permesso.

Ma il giudice distrettuale Sidney Stein ha sentenziato oggi in favore della produzione cinematografica perché avrebbe fatto un "uso leale" del brano. La dottrina giuridica sul tema, ha detto il giudice, prevede che "l'uso leale finalizzato a criticare e commentare non infrange i diritti d'autore".

Il film vede la partecipazione di Ben Stein, attore ed ex autore dei discorsi del presidente Usa Richard Nixon.

Lennon ha inciso il brano "Imagine" nel 1971 e nel 2004 la rivista Rolling Stone - ha precisato l'avvocato - l'ha posizionato al terzo posto nella sua classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi.

 
<p>Yoko Ono, vedova dell'ex Beatle John Lennon. REUTERS/Danny Moloshok (Usa)</p>