Austria, ex guardia nazista sotto inchiesta muore a 86 anni

giovedì 21 febbraio 2008 16:47
 

VIENNA (Reuters) - Una donna accusata di aver ucciso dei prigionieri in un campo di concentramento nazista durante la Seconda Guerra Mondiale è morta all'età di 86 anni, hanno comunicato oggi le autorità giudiziarie austriache.

La tedesca Erna Wallish è deceduta in ospedale sabato. Le indagini su sul passato, interrotte nel 1973 per insufficienza di prove, erano state riaperte un mese fa in seguito alla comparsa di nuove testimonianze dalla Polonia .

Le scoperte della Polonia, basate sulle dichiarazioni di un testimone, suggeriscono che Wallish potrebbe aver commesso degli omicidi nel campo di Majdanek vicino Lublino, nella Polonia occupata dai nazisti, ha detto il pm di Vienna il mese scorso.

Wallish ha sempre dichiarato di aver solo fatto da guardia ai prigionieri.

"Abbiamo cessato le indagini in conseguenza al suo decesso", ha detto il portavoce del magistrato Gerhard Jarosch.

Wallish era stata una guardia nel campo di concentramento della Germania nazista Ravensbrueck, a nord di Berlino, e nel campo di Majdanek tra il 1942 e il 1944. Si era stabilita in Austria subito dopo la fine della guerra.

Efraim Zuroff, direttore del Centro Simon Wiesenthal di Gerusalemme, che si dedica alla caccia dei criminali nazisti, ha espresso rammarico oggi per il fatto che le indagini su Wellish non si siano concluse prima della sua morte.