Incendio Filarmonica Berlino, danni sono inferiori del previsto

mercoledì 21 maggio 2008 14:53
 

BERLINO (Reuters) - L'Orchestra Filarmonica di Berlino potrà probabilmente riprendere la sua attività concertistica nella sua sede principale già nei prossimi giorni, dopo l'incendio divampato ieri che ha provocato danni di entità inferiore di quanto inizialmente si era temuto. Lo hanno riferito oggi alcuni funzionari dei vigili del fuoco.

Circa 170 vigili del fuoco e più di 30 mezzi di pronto intervento hanno lavorato per tutta la notte, per spegnere le fiamme dilagate ieri nell'edificio durante un'esecuzione pomeridiana dell'orchestra berlinese.

L'incendio esploso nella sede della Filarmonica di Berlino, ha avuto origine nel soffitto della sala e ha causato spessi banchi di fumo che si sono espansi per le vie della capitale e nei pressi di Postdamer Platz.

Nessuno dei musicisti e del pubblico presente in sala è rimasto coinvolto in quello che, secondo ciò che ha riferito ieri la polizia, è uno degli incendi più gravi nella storia della struttura, progettata da Hans Schaorum e completata nel 1963.

Un portavoce della squadra dei pompieri della capitale ha detto oggi che il fuoco è stato completamente estinto, e che le infiltrazioni d'acqua sono state minime nella sala principale, famosa per l'ottima qualità dell'acustica.

Le fiamme hanno danneggiato un terzo della superficie del tetto, ha detto lo stesso portavoce, aggiungendo che se i tecnici non rileveranno seri danni strutturali i concerti potranno riprendere già nei prossimi giorni.

"Non è possibile quantificare i costi del danno in questo momento, ma ammonteranno sicuramente a milioni di euro", ha spiegato il portavoce, aggiungendo che l'incendio è stato probabilmente causato da lavori in corso sul soffitto dell'edificio.

L'orchestra, fondata più di 120 anni fa, è diretta attualmente dal britannico Simon Rattle ed è considerata una delle più prestigiose al mondo.

 
<p>Un'immagine dell'incendio scoppiato nella sede della Filarmonica di Berlino . REUTERS/Hannibal Hanschke (GERMANY)</p>