Catastrofi costano 70 miliardi di dollari nel 2007 - Swiss Re

martedì 11 marzo 2008 11:52
 

LONDRA (Reuters) - Le perdite economiche dovute a catastrofi naturali o causate dall'uomo nel 2007 ammmontano a più di 70 miliardi di dollari, e altri 28 miliardi sono stati richiesti alle compagnie assicurative dalle vittime dei disastri.

Lo dice uno studio pubblicato oggi da Swiss Re, la più grande compagnia di assicurazioni al mondo.

L'Europa è stata duramente colpita dal ciclone Kyrill in gennaio, per il quale sono stati chiesti alle compagnie 6,1 miliardi di dollari in Germania, Gran Bretagna, Belgio e Paesi Bassi, mentre per le inondazioni estive in Gran Bretagna sono stati richiesti altri 4,8 miliardi di copertura, ha detto Swiss Re.

Gli Stati Uniti sono usciti illesi dai maggiori uragani, ma la tromba d'aria di aprile è costata 1,6 miliardi di dollari. Il disastro più devastante è stato il ciclone Sidr, che ha colpito il Bangladesh in novembre, causando la morte di 4.234 persone.

Swiss Re ha detto che verranno richiesti altri rimborsi in particolare dalle vittime delle inondazioni.

 
<p>Due persone in Austria osservano quella che era una strada prima di un'inondazione. REUTERS/Miro Kuzmanovic (AUSTRIA)</p>