Arte, "re del kitsch" incontra Re Sole alla reggia di Versailles

mercoledì 10 settembre 2008 18:56
 

VERSAILLES (Reuters) - Re Luigi XIV era un mecenate aperto, ma chissà se avrebbe mai immaginato che un'aragosta gonfiabile, una statua di porcellana raffigurante Michael Jackson e un cane-palloncino formato gigante sarebbero stati un giorno ospiti della sua reggia di Versailles.

Jeff Koons, artista statunitense che ha battuto i record all'asta con la vendita di due sculture per 23 milioni di dollari ciascuna, ha presentato oggi 17 sue opere, realizzate negli ultimi vent'anni, nelle sfarzose stanze del castello del Re Sole.

"Non mi sono mai sentito così fiero in tutta la mia vita", ha detto ai giornalisti Koons, 53enne, mentre gli operai mettevano a punto gli ultimi dettagli per la mostra d'arte contemporanea più grande che la reggia di Versailles abbia mai ospitato, e che ha infiammato i media francesi.

All'artista, i giornali hanno subito affibbiato il nomignolo di "re del kitsch" e molti critici hanno espresso forti dubbi sull'opportunità di accostare le sue colorate creazioni ai capolavori commissionati dai re di Francia del 17esimo e 18esimo secolo.

"Luigi XIV è sempre stato aperto all'arte e ha sempre reso Versailles un spazio aperto a tutti ... Spero che il mio lavoro rispetti il palazzo e mandi avanti la positiva tradizione di Versailles", ha detto Koons, rifiutando l'etichetta di "kitsch" che gli è stata attribuita.