Paraguay, Papa concede status di laico a ex vescovo presidente

mercoledì 30 luglio 2008 17:36
 

ASUNCION (Reuters) - Papa Benedetto XVI ha concesso all'ex vescovo eletto presidente del Paraguay una storica deroga ai suoi obblighi clericali, permettendogli di assumere la carica il prossimo mese senza violare le leggi della Chiesa.

Lo ha detto oggi un ambasciatore del Vaticano.

Il papa ha accordato a Fernando Lugo una dispensa speciale che gli conferisce lo status di laico, ha detto il nunzio apostolico ad Asuncion Orlando Antonini.

Lugo è stato eletto presidente del paese lo scorso aprile, salendo al potere dopo 60 anni di governo monopartitico nel povero Stato sudamericano, che registra alti livelli di corruzione e contrabbando.

"E' la prima volta che viene fatta questa concessione. E' stata accettata perché il popolo l'ha scelto e ... perché il suo status clericale è incompatibile con la carica di presidente", ha detto Antonini durante una conferenza stampa.

"Il papa gli ha concesso di abbandonare lo stato sacerdotale ... ora è un laico", ha detto Antonini in seguito a un incontro con Lugo.

Per più di dieci anni Lugo è stato vescovo della chiesa cattolica nella regione povera di San Pedro, ma il religioso dalla barba lunga e gli occhiali ha abbandonato la tonaca nel 2006 per cominciare la sua carriera politica.

Lugo aveva chiesto al Vaticano che gli concedesse lo status di laico, in modo da potersi candidare alle elezioni presidenziali, a capo di una coalizione di centrosinistra. La Santa Sede aveva inizialmente respinto la richiesta sospendendolo invece dal suo ruolo di vescovo.

Antonini ha detto che Lugo potrebbe riprendere i voti solo con l'autorizzazione pontificia.

"Non è esterno alla Chiesa, ma solo alla gerarchia ecclesiastica, e questo è quello che voleva", ha detto Antonini.

Lugo assumerà la presidenza il prossimo 15 agosto.

 
<p>Fernando Lugo. REUTERS/Jorge Adorno (PARAGUAY)</p>