Jay-Z trionfa sulle critiche al festival di Glastonbury

lunedì 30 giugno 2008 12:47
 

GLASTONBURY, Inghilterra (Reuters) - Smontate le tende che hanno ospitato circa 140.000 amanti della musica durante il popolare festival di Glastonbury, l'edizione di quest'anno, caratterizzata dalla insolita partecipazione di un rapper, Jay-Z, sembra destinata a restare nella memoria.

La decisione del rapper statunitense di esibirsi sul palco principale del festival, noto per i suoi spettacoli a suon di chitarre elettriche, è stata ampiamente criticata, con il front man degli Oasis che ha suscitato le ire del rapper dicendo che gli organizzatori hanno sbagliato ad accoglierlo tra le fila dei suoi artisti.

Ma la risposta di Jay-Z è stata sorprendente.

Il rapper ha aperto la sua performance con il video in cui Gallagher esprime le sue accuse, e un montaggio di videoclip che ne fanno la caricatura, prima di esibirsi in una versione acustica di una delle più famose hit degli Oasis, "Wonderwall". Fans e critici ne sono rimasti colpiti.

"La sua performance entrerà nella storia di Glastonbury", ha scritto l'Indipendent nella recensione di oggi del festival.

Contrariamente alla pioggia di fischi che molti avevano previsto per Jay-Z, "sia il pubblico che gli artisti hanno assistito all'evento partecipando a un momento di vera ed euforica storia del pop", ha aggiunto il Times.

E il Guardian conclude: "Allestito brillantemente, completamente elettrificante, fa sembrare Gallagher un po' stupido".

Voce fuori dal coro quella del Daily Mirror, che ha descritto la sua esibizione come noiosa.

 
<p>L'artista statunitense Jay-Z performs a Glastonbury REUTERS/Luke MacGregor</p>