Silenziosi e fatali: ora in Giappone corsi di tecniche Ninja

mercoledì 20 febbraio 2008 12:39
 

di Sophie Hardach

TOKYO, 20 febbraio (Reuters Life!) - Imparare a muoversi come un'ombra e a lanciare stelle metalliche verso i propri nemici da un maestro Ninja: è l'ultima stravagante offerta turistica in Giappone.

A Tokyo, si trova un ristorante a tema dove un gruppo di turisti in tute nere può sedersi in ginocchio in cerchio, per tuffarsi nel misterioso mondo di silenziosi assassini.

Prima lezione: gli studenti imparano l'inchino e a scaldare i muscoli. Solo dopo, il maestro 49enne Masayuki Waki, vestito con una tuta da ninja più chiara, mostra le tecniche di caduta. E incoraggia gli studenti che ai primi tentativi mostrano ben poca grazia. "Richiede del tempo, non vi scoraggiate se non imparate già dal primo giorno".

NINJA E TACCHI ALTI

Waki, ex stuntman ora istruttore di ninja per stuntmen e turisti, suggerisce di usare queste tecniche nella vita di tutti i giorni.

Per gli scivoloni sul ghiaccio potrebbero risultare utili le tecniche di caduta, mentre per le aggressioni alle spalle suggerisce anche dei trucchi che forse si discostano un pò dall'ortodossia ninja: "Se siete donne, c'è una tecnica ottima: se indossate tacchi alti, saltate sui piedi del vostro aggressore".

Waki ha detto che esistono oggi circa 20 istruttori ninja in Giappone, e che la figura del ninja sia stata in qualche modo ingiustamente distorta dalla letteratura e dalla cinematografia.

"Le tecniche ninja si sono sviluppate in tempo di guerra, tra il 15mo e il 16mo secolo", ha detto Waki a Reuters. "Lo scopo principale era raccogliere informazioni dal nemico, non necessariamente ucciderlo, come avviene nei romanzi e nei film".   Continua...

 
<p>Un momento del corso per ninja. REUTERS/Kim Kyung-Hoon (JAPAN)</p>