Olimpiadi, Cio rassicura gli atleti: supereremo la "crisi"

giovedì 10 aprile 2008 08:30
 

PECHINO (Reuters) - Il presidente del Cio Jacques Rogge ha detto oggi che la "crisi" della staffetta che porta la torcia olimpica intorno al mondo non avrà ripercussioni sui Giochi di agosto, e ha invitato gli atleti a non perdere fiducia nell'evento di Pechino.

Il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (Cio) ha detto, in apertura del convegno del Comitato, che gli atleti in tutto il mondo sono "confusi", dopo i disordini in Europa e Usa causati dai manifestanti pro-Tibet al passaggio della torcia.

"Tornati nei vostri paesi, dite ai vostri atleti e rassicurateli che a dispetto di tutto ciò che possono aver sentito o visto, l'organizzazione dei Giochi sarà ottima", ha detto Rogge ai leader dei 205 Comitati nazionali per le Olimpiadi.

"Questi saranno i loro Giochi e si divertiranno. Dite loro di non perdere fiducia nelle Olimpiadi. Dite loro che verremo fuori da questa crisi", ha aggiunto. "Dite loro che saranno un esempio per il mondo".

Riguardo la staffetta a San Francisco, Rogge ha detto che si è verificato un miglioramento rispetto agli eventi di Londra e Parigi, pur non essendosi svolta in modo ideale.

 
<p>Il presidente del Comitato Internazionale per le Olimpiadi (Cio) Jacques Rogge durante la conferenza stampa del 10 aprile 2008 a Pechino. REUTERS/Jason Lee</p>