Vivi o morti, elettori della Malesia i più vecchi del mondo

venerdì 29 febbraio 2008 10:15
 

KUALA LUMPUR (Reuters) - In Malesia quasi 9.000 persone iscritte nei registri elettorali sono risultate ultracentenarie, portando le amministrazioni a pensare che tra questi vi siano degli elettori già deceduti.

La Commissione Elettorale ha trovato i nomi 8.666 elettori che riportano una data di nascita risalente a 100 o più anni fa, ha detto il New Straits Times, riportando le parole del segretario della commissione Kamaruzaman Mohd Noor. Tra loro, anche due persone di 128 anni, riporta il quotidiano.

"Anche se la commissione è preoccupata, questi elettori sono ancora vivi", ha detto Kamaruzaman.

I gruppi all'opposizione lamentano da anni il fatto che i registri siano ormai obsoleti e facilmente oggetto di frodi.

La Commissione Elettorale ha detto che potrebbe succedere che i registri elettorali non vengono aggiornati, poiché dipende dalle famiglie e dai funzionari registrare i decessi, ma nega che tali errori nei registri siano finalizzati alla frode elettorale. Alle elezioni del prossimo 8 marzo, per la prima volta la commissione timbrerà con inchiostro indelebile le dita dei votanti, in modo che non possano votare per la seconda volta.

"Sospettiamo che molti tra essi siano in realtà passati a miglior vita e che la commissione non abbia ancora cancellato i nomi dalle liste", ha detto Wong Chin Huat della lobby per la riforma elettorale Bersih, che comprende diversi partiti di opposizione.

La Malesia conta 10,9 milioni di votanti e la sua popolazione ha un'aspettativa di vita di circa 72 anni per gli uomini e 76 per le donne.

Il partito di opposizione Parti-Islam Se-Malaysia sta compiendo delle ricerche per scoprire se i due elettori di 128 anni siano ancora vivi. Se così fosse, "li iscriviamo al libro del Guinness dei primati", ha detto il portavoce del partito Roslan Shahir.

 
<p>Alcuni manifesti elettorali nel villaggio malesiano di Sabak. REUTERS/Bazuki Muhammad (MALAYSIA)</p>