Nepal, sherpa intonano preghiera speciale per scalatore Hillary

lunedì 14 gennaio 2008 10:44
 

KATHMANDU (Reuters) - Una ventina di religiosi buddisti del Nepal hanno dato vita oggi a una cerimonia di commemorazione per il primo scalatore che ha raggiunto la vetta dell'Everest, Sir Edmund Hillary, morto la scorsa settimana all'età di 88 anni.

Al suono dei cimbali, i Lama, i religiosi della comunità degli sherpa del Nepal, nonostante la nebbia del mattino si sono ritrovati in un antico monastero in un quartiere di Kathmandu, per pregare per la reincarnazione di Hillary.

Lo scalatore neozelandese, assieme allo sherpa nepalese Tenzing Norgay, è stato il primo uomo a salire in cima alla montagna, alta 8.850 metri nel 1953.

"Stiamo pregando per la reincarnazione di Hillary", ha detto il 51enne, Nawang Gyalsen, il responsabile del monastero di Thame, che è arrivato a Kathmandu dalla zona di Solukhumbhu dove si trova l'Everest.

Il fondo di per l'Himalaya, istituito nei primi anni Sessanta, raccoglie ogni anno 250.000 dollari e ha permesso la costruzione di 26 scuole, due ospedali un aeroporto e condutture nella zona desolata.

 
<p>Monaci buddisti in preghiera durante la cerimonia in ricordo di Sir Edmund Hillary oggi a Kathmandu. REUTERS/Gopal Chitrakar</p>