Cina, media contro Pelosi su Tibet, Giochi saranno un trionfo

domenica 13 aprile 2008 11:04
 

PECHINO (Reuters) - I media cinesi hanno criticato oggi il presidente della Camera Usa Nancy Pelosi definendola "la persona meno popolare in Cina" per le sue posizioni sul Tibet e affermato che le Olimpiadi di Pechino saranno il trionfo della giustizia sul nemico.

Articoli e commenti "belligeranti" si leggono oggi sui quotidiani cinesi dopo che ieri Pechino ha annunciato l'arresto di nove monaci buddisti con l'accusa di aver fatto un attentato ad un palazzo del governo in Tibet.

Una fonte tibetana, con forti contatti nella capitale Lhasa, dice che in città si parla di nuovi scontri tra monaci e forze di sicurezza in uno dei principali monasteri.

Le autorità cinesi si sono arroccate sulla difensiva dopo le dure critiche internazionali sulla gestione dei disordini in Tibet e sulla repressione, che stanno offuscando l'immagine delle Olimpiadi che si terranno in agosto a Pechino.

"Anche se la staffetta della torcia è stata disturbata dalle fazioni per l'indipendenza tibetana, nessun potere sulla terra potrà bloccare il sogno del popolo cinese e del mondo per la pace nello spirito olimpico", si legge sul giornale del partito comunista oggi.

"La luce della fiamma olimpica nel Bird's Nest stadium l'8 agosto sarà un momento di orgoglio per la Cina e per il mondo intero, perchè la giustizia sconfiggerà il nemico".

L'agenzia di stampa ufficiale Xinhua ha attaccato la Pelosi dopo che questa ha appoggiato una risoluzione che chiede il dialogo con il Dalai Lama e la fine della repressione contro le proteste non violente dei tibetani.

 
<p>Il presidente cinese Hu Jintao. REUTERS/Stringer</p>