Voto - dalle "tre I" ai campus: proposte per l'istruzione

sabato 12 aprile 2008 12:18
 

(Reuters) - Il tema dell'istruzione trova largo spazio in tutti i programmi delle principali formazioni politiche candidate alle elezioni del 13 e 14 aprile. Terreno programmatico comune alle cinque maggiori formazioni è la qualità dell'offerta formativa, la riforma retributiva per gli insegnanti su basi meritocratiche, il diritto allo studio, la modernizzazione dell'università e il finanziamento della ricerca.

Di seguito le proposte degli schieramenti politici in corsa alle prossime elezioni in tema di scuola, università e ricerca.

QUALITA' DELLA SCUOLA E OFFERTA DIDATTICA

PDL: il Popolo della Libertà, che candida a premier Silvio Berlusconi, punta alla ripresa delle "3 I" (Inglese, Impresa, Informatica), e difesa della lingua, delle tradizioni e della cultura italiane "anche per l'integrazione degli stranieri".

PD: il Partito democratico di Walter Veltroni indica l'accrescimento delle competenze matematiche e scientifiche degli studenti e della lingua inglese; l'estensione della pratica motoria a tutto il ciclo curriculare della scuola primaria; un piano nazionale per l'edilizia scolastica e la creazione di "campus della scuola dell'obbligo" da tenere aperti giorno e sera.

UDC: il partito che ha come candidato premier Pier Ferdinando Casini, propone la semplificazione e riduzione dei percorsi formativi con un'accentuazione della cultura di base (lingua italiana e straniere, informatica, storia e materie scientifiche); valorizzazione della formazione professionale e riconoscimento della "funzione sociale ed educativa dello sport garantendo adeguate risorse".

SA: la Sinistra Arcobaleno guidata da Fausto Bertinotti, punta a: rinnovamento della didattica "a partire dalle migliori esperienze realizzate dagli insegnanti"; educazione all'ambiente; miglioramento strutturale della scuola: introduzione di un piano nazionale straordinario per l'edilizia scolastica, rispetto del tetto massimo di 25 alunni per classe e estensione del tempo pieno e del tempo prolungato.

La Destra: la formazione che candida a premier Daniela Santanché propone l'introduzione della "I" di identità, "che deve tornare orgogliosamente nei programmi scolastici".

INSEGNANTI I: MERITOCRAZIA E RETRIBUZIONE   Continua...