Calcio, accordo raggiunto tra Lega e Rai su diritti tv in chiaro

venerdì 29 agosto 2008 18:08
 

ROMA (Reuters) - La Rai pagherà 27,5 milioni di euro per i diritti radiotelevisivi in chiaro della stagione calcistica al via il prossimo fine settimana, e 28 milioni per quella successiva.

E' quanto si legge in un comunicato dell'azienda radiotelevisiva, che annuncia l'accordo raggiunto dopo giorni di difficili trattative tra l'emittente pubblica e la Lega Calcio, in cui si precisa che i diritti per la fascia serale non saranno esclusivi.

"L'accordo prevede per la Rai la disponibilità degli highlights della Serie A nella fascia pomeridiana e, in forma non esclusiva, in quella serale; degli highlights della Serie B e dei diritti radiofonici", dice la nota, diffusa al termine dell'incontro odierno tra il presidente della Lega Nazionale Professionisti, Antonio Matarrese, e il presidente del Cda Rai, Claudio Petruccioli.

La Rai verserà alla Lega Nazionale Professionisti 27,5 milioni di euro per la stagione 2008/2009 e 28 milioni di euro per il 2009/2010.

"Soddisfatto" e "felice" il direttore generale della Rai, Claudio Cappon. "Abbiamo fatto uno sforzo economico importante per dare la possibilità a tutti gli abbonati e ai tifosi di poter vedere e sentire il calcio di serie A e B sin dalla prima giornata", si legge in una nota.

"Bisogna dare atto alla Lega Calcio e al presidente Antonio Matarrese di aver compreso la situazione venendo incontro alle offerte della Rai", aggiunge Cappon.

Da domenica -- si legge nella nota -- torneranno quindi la "Domenica Sportiva", "Tutto il Calcio Minuto per Minuto" e infine, "Novantesimo Minuto". Le immagini della fascia serale, poiché non in esclusiva, saranno condivise con Mediaset.

Soddisfatto anche il presidente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, che afferma: "La mancata trasmissione in chiaro delle partite di calcio...avrebbe potuto avere ripercussioni a catena sull'atteso svolgimento delle manifestazioni calcistiche ai vari livelli", dice il presidente dell'Agcom in una nota.

L'accordo è stata accolto come una "buona notizia" dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Rocco Crimi.   Continua...

 
<p>Un cameraman in una foto d'archivio. REUTERS/Regis Duvignau</p>