Olimpiadi, Coni ricorre al Tas contro oro danese nella vela 49er

martedì 19 agosto 2008 14:33
 

ROMA (Reuters) - Il Coni ha deciso di ricorrere al Tribunale arbitrale dello sport (Tas) contro la vittoria concessa ai danesi nella gara di vela specialità 49er, che domenica ha visto i fratelli Sibello classificarsi al quarto posto.

Lo ha annunciato il capo missione della squadra italiana, Raffaele Pagnozzi, come si legge in un comunicato sul sito del Coni.

"Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano ha deciso di rivolgersi al Tas per ricorrere contro la decisione dell'Isaf (la federvela internazionale, ndr) che ha omologato la Medal Race della prova dei 49er, relegando al 4° posto l'equipaggio azzurro formato da Pietro e Gianfranco Sibello", si legge nella nota.

"Il ricorso verrà presentato domani presso la sede del Tas a Pechino e verrà redatto dallo Studio Legale Chiomenti che tutela e affianca il Coni in occasione dei Giochi Olimpici di Pechino".

Stamattina è stato respinto un secondo ricorso presentato da Spagna e Italia.

"Abbiamo sostenuto la nostra decisione originale", ha detto a Reuters il presidente della giuria, David Tillett. "Non riteniamo di aver fatto errori".

I ricorsi - il primo dei quali respinto ieri, all'indomani della gara - riguardano il fatto che i danesi Jonas Warrer e Martin Kirketerp abbiano gareggiato sull'imbarcazione della Croazia dopo che la loro si era rotta.

La giuria ha detto di aver deciso, nonostante siano state violate le regole tecniche, di non imporre penalità perché i danesi non hanno ottenuto il vantaggio in maniera scorretta.

Gli spagnoli Iker Martinez e Xavier Fernandez restano quindi argento, seguiti dall'equipaggio tedesco. Mantengono invece il quarto posto i fratelli Sibello.

La Spagna può ancora presentare un altro ricorso al Tas.