Australia, adolescente muore per l'attacco di uno squalo

martedì 8 aprile 2008 11:43
 

CANBERRA (Reuters) - Un adolescente australiano è morto in seguito all'attacco di uno squalo, avvenuto mentre faceva surfing in condizioni che i guardacoste definiscono pericolose. Il fatto ha spinto le autorità a chiudere diverse spiagge.

Il 16enne stava facendo surfing con un amico a Ballina, sulla costa settentrionale dello stato del Nuovo Galles del Sud, quando lo squalo lo ha attaccato a una coscia e poi in altre parti del corpo. L'altro ragazzo ha raccontato alla polizia di aver visto una sagoma scura, e poi l'acqua riempirsi di sangue.

"Uno dei ragazzi ha indicato al compagno di essere in difficoltà. Il suo amico è andato ad aiutarlo e ha visto che era stato attaccato", ha detto Craig Roberts, portavoce di Surf Life Saving NSW.

"Era in stato di incoscienza e la guardia costiera e i paramedici hanno dovuto trattare forti emorragie", ha detto Roberts. "Sfortunatamente il ragazzo è morto per le ferite".

L'attacco si è verificato a 50 metri dalla spiaggia di Lighthouse intorno alle 8.30 (le 24.30 italiane) dopo una giornata di forte pioggia, che ha ridotto la visibilità.

"L'acqua era sporca e scura, ed è una delle cose che diciamo sempre, non è un buon momento per nuotare", ha detto il guardacoste Stephen Leahy alla radio australiana.

 
<p>Foto d'archivio di un surfista. REUTERS/Yuriko Nakao</p>