Britney Spears, esteso l'ordine restrittivo contro manager

martedì 18 marzo 2008 12:09
 

LOS ANGELES (Reuters) - E' stato esteso a un mese l'ordine restrittivo temporaneo contro Sam Lutfi, amico ed ex manager della turbolenta pop star Britney Spears.

Gli avvocati della Spears si erano battuti in aula affinché l'ordine diventasse permanente, ma i legali hanno poi patteggiato e Lufti dovrà mantenersi a distanza dalla cantante ancora per trenta giorni, periodo in cui Britney porterà avanti il suo programma di riabilitazione.

"La causa dovrà continuare, la data accordata è il 16 aprile", ha detto il commissario della Alta Corte di Los Angeles Reva Goetz nell'aula gremita del tribunale. L'udienza si è conclusa con la relazione sulle condizioni di salute della pop star, ha detto a Reuters un portavoce.

Spears, bambina prodigio di Disney Channel e portata al successo da brani come "Oops.. I did it again" ancora giovanissima, ha visto la sua vita crollare dopo la separazione del marito Kevin Federline e l'aspra battaglia per la custodia dei loro due bambini.

Nel 2007, Lufti è stato sempre al suo fianco, dichiarando di essere il suo manager. Dopo essere stata ricoverata per problemi psichiatrici nel gennaio 2008, Britney è stata affidata dalla corte a suo padre, Jamie Spears, e ha ordinato l'allontanamento coatto di Lufti dalla pop star.

Riguardo la causa in corso per la custodia dei figli, i giudici hanno sentenziato ieri il pagamento di 375.000 dollari di spese legali da parte di Spears agli avvocati dell'ex marito Federline.

 
<p>Britney Spears si esibisce agli MTV Video Music Awards 2007 a Las Vegas. REUTERS/Robert Galbraith (UNITED STATES)</p>