Salgono richieste asilo, raddoppia numero iracheni - agenzia Onu

martedì 18 marzo 2008 09:01
 

GINEVRA (Reuters) - Nel 2007 gli iracheni che hanno fatto richiesta di asilo nei Paesi sviluppati sono stati il doppio rispetto all'anno precedente, facendo salire il numero di richiedenti asilo nel mondo per la prima volta dal 2002, riferisce oggi l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati.

In un dettagliato rapporto, l'Unhcr dice che il numero di richieste formali di asilo dall'Iraq è più che raddoppiato arrivando a 45.200 l'anno scorso, e rappresenta la fetta più consistente delle 338.000 richieste ricevute da 43 Paesi industrializzati nel mondo.

Sono in crescita, precisa l'agenzia, anche le richieste di asilo presentate da cittadini russi, che per lo più vogliono lasciare la Cecenia, dove l'esercito russo combatte contro i separatisti da oltre un decennio.

L'aumento complessivo di richieste ha fatto toccare quota 338.000, dopo che per cinque anni si era registrato un calo. Il numero totale di richieste nel 2006 era stato di 306.300, il più basso degli ultimi due decenni.

Le cifre relative ai richiedenti asilo dell'Iraq - che per lo più fanno domanda nell'Unione Europea, negli Stati Uniti, in Canada, Australia e Nuova Zelanda - rappresentano solo l'1% dei 4,5 milioni di iracheni che secondo le stime sono stati sradicati dal conflitto. Circa 2 milioni hanno cercato rifugio in Paesi vicini come Siria e Giordania, e circa 2,5 milioni hanno dovuto lasciare le proprie case anche se restano in Iraq, che aveva una popolazione di 27 milioni di abitanti prima dell'invasione del 2003.

 
<p>Profughi iracheni vicino a Baghdad. REUTERS/Kareem Raheem (IRAQ)</p>