Kate Hudson citata per uso cenere vulcanica in linea cosmetici

mercoledì 27 agosto 2008 14:12
 

LOS ANGELES (Reuters) - La protagonista di "Tutti pazzi per l'oro" ("Fool's Gold") Kate Hudson è stata citata da una ditta di cosmetici che sostiene che la cenere vulcanica utilizzata per la linea di prodotti per capelli realizzata dall'attrice, insieme all'hair stylist delle star David Babaii, sia un'idea rubata all'azienda.

Ma la 29enne Hudson e Babaii hanno dichiarato, tramite i loro i legali, che la causa intentata dalla compagnia californiana 220 Laboratories è "priva di merito".

Hudson e Babaii sono co-titolari della David Babaii for WildAid, un marchio di prodotti per la cura dei capelli che dona il 10% dei suoi guadagni all'associazione ambientalista.

Nei documenti consegnati lo scorso venerdì alla Corte Superiore di Los Angeles, 220 Laboratories ha detto di aver stretto un "contratto verbale" con Babaii per lo sviluppo e la creazione di prodotti per capelli nel 2006, che prevedeva l'uso di cenere vulcanica delle Isole Vanuatu del Sud Pacifico.

Babaii, secondo 220 Laboratories, si sarebbe poi servito dell'azienda Universal Packaging Systems per lo sviluppo del prodotto, usando le componenti vulcaniche. Hudson poi - continua 220 Lab - ha promosso il prodotto durante un'intervista del 2007 a Vogue, in cui ha dichiarato di essere uno degli sviluppatori.

Brad Cafarelli, portavoce dell'attrice, ha detto in una e-mail che le accuse mosse da 220 Laboratories sono prive di fondamento. "Kate non conosce i querelanti, non li ha mai incontrati e non ha mai parlato con loro", ha scritto Cafarelli.

Le accuse contro Hudson, Babaii e Universal sono di appropriazione indebita di segreti commerciali, frode e violazione del contratto.