Indonesia e Thailandia ricordano pregando tsunami 2004

mercoledì 26 dicembre 2007 15:51
 

CALANG, Indonesia (Reuters) - Centinaia di indonesiani si sono radunati in preghiera presso le tombe di massa nella provincia di Aceh, mentre in Thailandia monaci buddisti hanno celebrato un rito nel ricordo delle molte vittime dello tsunami che tre anni fa devastò le coste dell'Oceano Indiano.

Il 26 dicembre 2004, onde gigantesche si abbatterono sulle zone costiere, provocate da uno dei più violenti terremoti ricordati, spazzando via villaggi sulle coste dell'Oceano Indiano, uccidendo o facendo scomparire circa 230.000 persone.

Aceh, sulla costa nordoccidentale dell'Isola di Sumatra in Indonesia, ha subito il bilancio più pesante con circa 170.000 tra morti e dispersi e miliardi di dollari di danni.

"Preghiamo per le vittime, che Dio accetti le loro buone azioni", ha detto Kamal Usman, sopravissuto di Calang, area nella zona occidentale di Aceh, mentre centinaia di persone partecipavano al rito in ricordo delle vittime del disastro.

In tutta l'Indonesia i lavoratori hanno interrotto la loro attività mentre le sirene hanno segnalato il momento in cui l'ondata micidiale si scatenò.

Dopo lo tsunami, i paesi dell'Oceano Indiano hanno istallato costosi sistemi di allarme ed effettuano periodiche esercitazioni di evacuazione per prepararsi ad un eventuale futuro nuovo disastro.

 
<p>Una donna di Aceh piange durante una cerimonia per il terzo anniversario dello tsunami. REUTERS/BRR/Arif Ariadi</p>